Archivi Blog

Stadio Brianteo: a Monza scontro fra sfera e ovale

Aironi Rugby intende porre fine alle polemiche e fare chiarezza in merito alle incomprensioni di cui si è dibattuto in questo periodo.

Il Comune di Monza (proprietario dello stadio Brianteo) ha firmato con Aironi Rugby e Rugby Monza (società organizzatrici dei tre eventi di Heineken Cup) un protocollo (in allegato) per regolare l’organizzazione degli stessi. In ottemperanza alle disposizioni dell’ERC (European Rugby Club), il protocollo prevedeva che il campo del Brianteo fosse a disposizione della squadra degli Aironi e della squadra avversaria per un allenamento di rifinitura il giorno prima della partita.

Successivamente AC Monza, quale gestore dello stadio Brianteo, veniva tempestivamente e debitamente informato della sottoscrizione del protocollo, dei contenuti dello stesso (AC Monza dispone di una copia del protocollo dal momento in cui è stato sottoscritto) e firmava a sua volta un contratto con Aironi Rugby che prevede l’impegno per la società calcistica di richiedere alla propria lega di appartenenza il posticipo delle gare casalinghe al lunedì.

Del mancato posticipo nel caso del primo turno ed addirittura dell’anticipo del secondo turno, Aironi Rugby non ha mai saputo nulla direttamente dall’AC Monza ma esclusivamente tramite siti web.

L’inadempienza dell’AC Monza nel primo caso ha comportato solo un’accelerazione dei tempi di ripristino del campo (e un conseguente aggravio dei costi) mentre nel secondo caso, ad oggi, non siamo in grado di sapere quali saranno le ulteriori conseguenze.

Sicuramente la richiesta di anticipo, diametralmente opposta a quella di posticipo pattuita, rende più oneroso il lavoro di allestimento generale dell’evento e non garantisce agli Aironi e alla squadra avversaria la disponibilità del campo il giorno precedente il match. Per quest’ultimo aspetto Aironi Rugby potrà ricevere sanzioni e/o penalizzazioni da parte della ERC fino al termine della fase a gironi (fine gennaio). Solo per questo motivo Aironi Rugby non ha versato il canone relativo alla seconda partita e non intende versare il canone relativo alla prossima partita fino a quando non avrà la certezza di non aver subìto alcun pregiudizio. Come già anticipato più volte, Aironi Rugby si riserva la possibilità di adire vie legali nei confronti di AC Monza per la riparazione dell’intero pregiudizio.

E’ giusto sottolineare che, nonostante le ripetute richieste, AC Monza non ha ancora prodotto la prova della richiesta di posticipo nei termini alla propria lega di appartenenza.

Infine intendiamo precisare ancora due aspetti.

Il protocollo prevede che la pulizia dell’impianto al termine delle partite degli Aironi è a carico del Comune di Monza, non di Aironi Rugby.

La gratuità dei parcheggi è prevista dall’art. 10 del contratto di concessione dello stadio Brianteo (estratto in allegato) che affida la gestione dei parcheggi all’AC Monza solo durante le proprie partite di campionato o durante attività organizzate sotto la gestione diretta di AC Monza.

Aironi Rugby rimane a disposizione, consapevole che solo con l’effettiva collaborazione di tutti gli attori si possa ottenere un eccellente successo.