Archivi Blog

Le Zebre vogliono fermare la cavalcata del Leinster

?????????????Oltre alle ben note finalità solidali promosse dall’organizzatore dell’evento CONAD Centro Nord, la sfida di domani tra Rugby e Terremoto presenta tanti i temi sportivi che s’incroceranno in campo. Domani a Reggio Emilia va in scena la sfida di RaboDirect PRO12 tra le Zebre, alla ricerca della loro prima vittoria nella stagione d’esordio nel campionato celtico, e la squadra irlandese del Leinster, ancora in lizza per aggiudicarsi due delle competizioni più prestigiose del panorama europeo. A 160 minuti, due turni, dalla fine della stagione regolare le Zebre cercano di cancellare lo zero dalla casella vittorie, dopo esserci andate vicino per ben 8 volte, pari ai punti di bonus difensivo ottenuti per sconfitte con scarto minore di 7 punti, di cui ben 4 per meno di un calcio pari a 3 punti.  Per gli ospiti allenati da di Joe Smith –terzi in classifica a 68 punti- il posto ai playoff tra le prime quattro è assicurato dopo la splendida vittoria in trasferta sul campo degli storici rivali del Munster – fermi a 48 – lo scorso sabato per 22-13; seconda vittoria prestigiosa in trasferta dopo quella di Challenge Cup a Londra contro i Wasps. Il Munster così saluta il treno dei playoff e si dedicherà all’Heineken Cup che vede i rossi di Limerick di scena a Clermont nella semifinale tra dieci giorni prima di far visita alle Zebre a Parma nell’ultimo turno della lega celtica. I dubliners del Leinster affronteranno dunque in questo weekend la terza trasferta consecutiva con un piccolo vantaggio:  conoscere il risultato del match da dentro-fuori che si è giocato venerdì sera a Glasgow dove i Warriors –secondi a 72 punti – hanno battuti gli Ospreys campioni in carica 35-17 relegandoli al quarto posto a pari merito coi cugini Scarlets a 62 punti (una gara in meno oggi contro i Cardiff Blues). La vittoria degli scozzesi ha dato la matematica certezza di disputare i playoff agli avversari delle Zebre che nell’ultimo turno ospiteranno proprio gli Ospreys all’RDS Arena di Dublino nel rematch dell’ultima finale della RaboDirect PRO12 vinta proprio dai gallesi che ora invece rischiano di non giocare la post season. Prima di questa sfida però Leinster  tornerà davanti al pubblico amico il weekend prossimo ospitando i francesi di Biarritz nella semifinale di Challenge Cup: già 16.000 i tagliandi venduti.

Leinster è imbattuto in trasferta nel 2013, altro tabù che i bianconeri si troveranno a dover sfatare in un’impresa che sembra difficile guardando il risultato dell’andata giocata a Dicembre a Dublino coi padroni di casa che si sono imposti per 37-7. In quell’occasione le Zebre dimostrarono di poter difendere in modo efficace e di riattaccare in velocità sfruttando le ottime doti di corsa e sostegni in velocità dei trequarti contro un avversario che dimostrò tutta la propria potenzialità trovando il bonus a 10 minuti dal termine. L’arbitro dell’incontro sarà Neil Paterson, giunto alla sua 49esima direzione nella competizione. Il fischietto scozzese dirigerà per la sesta volta in 27 gare ufficiali le Zebre, record per la prima stagione della franchigia federale.

Lo spettacolo oltre che in campo andrà in scena anche sulle tribune del Città del Tricolore di Reggio Emilia. Al seguito della squadra irlandese ci saranno anche alcune decine di tifosi dell’attivo club di supporters ufficiali del Leinster che hanno organizzato la trasferta italiana, sempre molto apprezzata dagli anglosassoni che coloreranno con le tipiche bandierine blu lo stadio reggiano per sostenere rumorosamente i loro beniamini. Anche le Zebre aspettano i propri tifosi agli ingressi delle tribune dove sarà distribuito materiale rigorosamente bianconero per far vedere e sentire l’appoggio del pubblico alla formazione diretta da Christian Gajan. Basterà cercare le hostess zebrate e compilare il semplice questionario per ottenere in omaggio bandiere e claps per far vedere e sentire il proprio tifo alla formazione italiana. In vendita anche speciali magliette ufficiali dell’evento per sostenere la raccolta fondi a favore dei territori colpiti dal terremoto dell’Emilia del Maggio 2012. Apertura della biglietteria alle 14 e dell’impianto alle ore 14.30, mentre nella mattinata un torneo giovanile di rugby organizzato dalla Rugby Reggio colorerà i campi della Canalina : una splendida occasione per vedere all’opera giovani campioni in erba per una domenica dove l’importante sarà partecipare.

E la festa continuerà nel dopo partita dove, nella galleria del centro commerciale I Petali situato sotto la tribuna distinti, i giocatori delle Zebre incontreranno i tifosi per condividere insieme il classico terzo tempo. Per l’occasione le strutture ricettive del centro commerciale adotteranno speciali sconti ai possessori dei tagliandi della gara tra Zebre e Leinster. Giocatori che saranno i primi ad acquistare i tagliandi della gara per i propri invitati dando il buon esempio a tutti gli sportivi per sostenere la raccolta fondi a favore dei territori terremotati.

Tanto l’appoggio giunto anche dal punto di vista istituzionale e politico con le dichiarazioni ufficiali del presidente della Federazione Italiana Rugby Alfredo Gavazzi :”Non posso che manifestare la piena solidarietà di tutto il mondo del rugby italiano alle popolazioni emiliane colpite da un dramma tanto grande. Non posso che considerare ideale la scelta di Reggio Emilia, la città del tricolore, per disputare una partita dal fine ultimo tanto nobile. Le Zebre hanno compiuto progressi importanti gara dopo gara. L’augurio è che, forti anche del sostegno del pubblico, possano coronare una giornata importante come quella di domenica con una prestazione ed un risultato importanti“. Dello stesso avviso anche il sindaco di Reggio Emilia Graziano Del Rio che chiama a raccolta il pubblico reggiano :”Grazie a chi ci ha messo cuore ed energia per organizzare un evento che si annuncia entusiasmante : oltre che a raccogliere fondi serve a ricostruire la fiducia e il senso di appartenenza ad una comunità contribuendo a sostenere opere di ricostruzione. Confido si possa essere davvero tanti, insieme a giovani e giovanissimi, ad applaudire questo bellissimo sport che tanto successo ha anche a Reggi”.

Il presidente delle Zebre Daniele Reverberi fissa gli obiettivi della giornata reggiana :”Per noi la sfida Rugby contro Terremoto ha un doppio obiettivo: contribuire a sostenere CONAD nella raccolta fondi per i terremotati ed ottenere la prima vittoria in questo campionato ; un successo che possa sancire oggettivamente un campionato per noi positivo. La vittoria è alla portata, sono i tanti punti di bonus difensivo a testimoniarlo. Avremo di fronte una squadra fortissima ma sono certo che i giocatori ce la metteranno tutta. E’ un onore poter giocare nello stadio Città del Tricolore di Reggio Emilia dopo che anche la nazionale ha giocato qui. La politica dei prezzi popolari al botteghino è stata decisa per poter permettere a tutti di venire e dare la propria offerta per i territori terremotati.

Il tema del terremoto è molto sentito all’interno dello staff e dello spogliatoio bianco-nero che annovera tanti effettivi nativi della città dell’Aquila, colpita nel 2009 da un altro terribile sisma. Roberto Quartaroli, centro aquilano delle Zebre, ha voluto esprimere il suo sostegno all’iniziativa benefica verso i territori dell’Emilia :” Non potrò scendere in campo per problemi fisici rinunciando a questo piacere. I miei compagni sfideranno una squadra blasonata, fortissima. Hanno interessi diretti nella lotta playoff e giocano in trasferta, per cui saranno obbligati a schierare la formazione migliore. Ho vissuto personalmente il sisma de L’Aquila del 2009, ero a Parma ma la ma famiglia nella città abruzzese. Ancora oggi a distanza di 4 anni c’é bisogno di sostegno, ancor di più qui dato che é passato solo un anno dal terremoto. Capisco bene quello che é successo e quello che le famiglie stanno passando. Per loro questo evento é importante sia a livello sportivo  che mentale per farli sentire aiutati e supportati nella loro causa: da ancor più coraggio per ripartire. Il palcoscenico sarà d’eccezione, uno stadio importante dove ha giocato la nazionale: essendo un evento pieno di contenuti emotivi la partita in se non ha pronostico. Sarà un piacere assistere a questo spettacolo”.

L’estremo Ruggero Trevisan, titolare sabato a Cardiff e titolare domenica contro gli irlandesi allo Stadio Città del Tricolore sottolinea i temi della sfida sportiva  :”Leinster negli ultimi anni sta vincendo molto tra campionati e coppe, ha giocatori forti e talentuosi con una rosa tecnicamente ottima. Noi comunque siamo fiduciosi, questa settimana ci siamo allenati bene per affrontare la gara nel migliore dei modi. Il clima di questa settimana ci ha aiutato. Allenamenti positivi sia in reparto che in collettivo con pochi errori. Il nostro punto di forza sarà la difesa perché credo Leinster giocherà tutti i palloni a disposizione per cercare di fare i punti necessari per la propria classifica: la nostra difesa sarà solida ed all’altezza. Sarà bellissimo confrontarsi con alcuni dei giocatori più forti d’Europa. Per noi non cambia nulla rispetto alla formazione che ci opporranno, sarà un grande onore per noi giocare contro i più forti. I tifosi saranno fondamentali, il loro supporto sarà basilare soprattutto nei momenti difficili della partita. Venendo a tifare per noi sosterranno anche i terremotati: spero vengano in tanti. Cerchiamo fortemente la prima vittoria con tanto sacrificio e voglia in allenamento; sarà dura domenica ma è giusto provarci. Ci sarà un arbitro molto disciplinato e dovremo essere bravi in difesa a non concedere penalità soprattutto nei primi 20 minuti quando il direttore di gara si fa la sua impressione sulla condotta delle squadre”.

Le formazioni delle due squadre che si affronteranno domenica 21 Aprile alle ore 16 :

Nelle Zebre rientra dal primo minuto Bergamasco in terza linea che prende il posto del sudafricano Van Schalkwyk fermato da un fastidio muscolare. Stesso dicasi per l’azzurro Garcia che non potrà essere della contesa. Rientra invece e partirà dalla panchina l’apertura della nazionale italiana Orquera che siederà a fianco dell’unico giocatore di Reggio Emilia della rosa delle Zebre: il giovanissimo trequarti Odiete reduce dall’esperienza all’ultimo Sei Nazioni Under-20 con la maglia dell’Italia. A capitanare le Zebre allo stadio Città del Tricolore sarà la seconda linea Bortolami che guiderà con la sua grande esperienza e carisma il pack bianconero.

Tra le fila irlandesi qualche giocatore maggiormente utilizzato – Madigan e i nazionali Heaslip, O’Brien e Healy – è stato messo a riposo in vista della semifinale di Challenge Cup. Rientra dal primo minuto il mediano della nazionale irlandese Jonathan Sexton dopo aver recuperato dal proprio infortunio dello scorso gennaio. Ad estremo agirà il forte neozelandese Nacewa mentre altri due kiwi temibili sono Bent e Goodman. Capitano sarà l’attesissimo Brian O’Driscoll che guiderà una formazione temibile che, dopo la vittoria di Ulster e Glasgow venerdì sera, cercherà tutti i 5 punti in palio per finire nelle prime due posizioni ed assicurarsi una semifinale di RaboDirect PRO12 davanti al pubblico di casa.

Zebre : Trevisan, Sarto, Venditti, Pratichetti, Sinoti, Halangahu, Chillon; Sole, Bergamasco, Ferrarini, Bortolami (cap), Van Vuren, Leibson, Manici, Aguero (A disposizione : Festuccia, De Marchi, Perugini, Caffini, Cristiano, Tebaldi, Orquera, Odiete) All.Gajan

Leinster : Nacewa, McFadden, O’Driscoll (cap), Goodman, Carr, Sexton, Cooney;  Ruddock, Ryan, McLaughlin, Toner, Denton, Bent, Strauss, McGrath. (A disposizione : Dundon, O’Connell, Hagan, Roux, Auva’a, Boss, Marsh,  Conway) All.Schmidt

Arbitro: Neil Paterson ( Scottish Rugby Union) alla sua 49esima direzione nella RaboDirect PRO12, la sesta stagionale con le Zebre

Assistenti: Stefano Penné ed Elia Rizzo (entrambi Federazione Italiana Rugby)

La gara sarà trasmessa in diretta alle 16 in Italia da Sportitalia 2 ed in Irlanda da RTE2.

pro12_2013_cardiff-zebre_post-anteprima-600x399-888788Cardiff, Galles – Arms Park Stadium, sabato 13 Aprile 2013

RaboDirect PRO12, XX giornata

Cardiff Blues Vs Zebre  28-13 (p.t. 21-6)

Marcatori: p.t. 3’ cp Halangahu (0-3); 11’ cp Halfpenny (3-3); 21’ m Patchell tr Halfpenny (10-3); 23’ cp Halfpenny (13-3); 28’ cp Halangahu (13-6); 33’ cp Halfpenny (16-6); 37’ m Evans (21-6); s.t. 32’ m Roberts tr Halfpenny (28-6); 39’ m Cristiano tr Chiesa (28-13);

Cardiff Blues : Halfpenny (34’ s.tDavies G), Williams, Evans, Roberts (Cap), Robinson, Patchell (21’ s.t. Sweeney), Jones (32’ s.t.Walker), Copeland (9’ s.t. Hamilton), Warburton, Paterson, Paulo, Reed (34’ s.t.Down), Andrews (34’ s.t. Bourrust), Breeze (36’ p.t. Dacey), Filise (34’ s.t. Davies T.)

All: Davies

Zebre Rugby : Trevisan, Sarto, Venditti, Garcia (35’ p.t Pratichetti), Sinoti, Halangahu (30’ s.t. Chiesa), Chillon (14’ s.t. Tebaldi), Van Schalkwyk (23’ p.t. Belardo), Van Vuren,  Ferrarini, Bortolami (cap), Sole (20’ s.t.Cristiano), Leibson (14’ s.t. De Marchi), Giazzon, Aguero (14’ s.t. Perugini) (Non entrati : Festuccia)

All:  Gajan

Arbitro: Lloyd Linton (Scottish Rugby Football Union) alla sua prima direzione nella competizione

Calciatori:  Halfpenny (Cardiff Blues) 5/6, Halangahu (Zebre) 2/3; Chiesa (Zebre) 1/1

Cartellini : 39’ p.t. giallo a Sarto (Zebre) per irregolarità durante una maul avversaria.

Note : Pioggia battente e temperatura di 9 gradi. Campo pesante. 9769 spettatori.

La cronaca : Le Zebre partono subito forte sbloccando per prime il risultato con un piazzato di Halangahu concesso per fallo in ruck, l’australiano quest’oggi al rientro dopo 4 gare saltate per un infortunio muscolare. All’apertura bianconera risponde subito il miglior giocatore dell’ultimo Sei Nazioni: un placcotre bianconero non rilascia l’avversario e così l’estremo dei gallesi Halfpenny centra i pali e riporta il punteggio in parità. Buona difesa delle Zebre nei primi venti minuti e buon gioco al piede su un terreno davvero al limite della praticabilità contro dei Blues che mantengono alto il possesso nella gara di congedo stagionale davanti al pubblico di casa. I Blues trovano la meta dopo venti minuti con l’apertura diciannovenne Patchell che supera la linea difensiva bianconera innescato da Paterson che ruba un lancio in touche di Giazzon; impeccabile l’estremo gallese che trasforma. Subito dopo le Zebre sono costrette a sostituire il numero 8 Van Schalkwyk non ruscendo a capitalizzare una mischia ai 5 metri gallesi prima di subire il secondo piazzato del pomeriggio gallese ancora con Halfpenny dopo un tenuto bianconero. Molti errori ed “in avanti” da parte delle due formazioni a causa del pallone viscido: supremazia di territorio per i gallesi nella prima frazione mentre i bianconeri appaiono pericolosi quando riescono a muovere l’ovale in attacco con velocità Le Zebre provano a rimanere in scia dei Blues col secondo piazzato di Halangahu intorno alla mezz’ora al quale risponde nuovamente Halfpenny dopo un altro fallo sanzionato agli ospiti dall’arbitro esordiente, lo scozzese Linton. I gallesi allungano il divario a pochi minuti dal riposo con la seconda segnatura di giornata ad opera del centro Evans che capitalizza un’azione di contrattacco dell’attivo Patchell. Le Zebre, in 14 per l’ammonizione a Sarto per fallo intenzionale sullo stesso Patchell, avrebbero l’occasione per riportarsi sotto nel divario ma non centrano i pali con Halangahu da molto lontano e si va negli spogliatoi sul 21-6.

Le Zebre continuano determinate sia in attacco che in difesa anche nel secondo tempo che parte con un ritmo generale più basso della prima frazione. Alcuni errori non permettono però ai veloci trequarti bianconeri di portare punti al carniere italiano Ritorna la parità numerica e cominciano alcuni cambi da parte di entrambe le formazioni ma il punteggio non si sblocca fino a dieci minuti dal termine quando i gallesi ispirati da Roberts -prossimo al passaggio al Racing Metro Paris- che prima agguanta un up & under di Halfpenny trovando un fallo avversario e poi segna la sua meta personale dopo una grande pressione vicino alla bandierina. Halfpenny trasforma la meta prima di lasciare il campo tra gli applausi dei 10.000 dell’Arms Park. I Blues cercano la meta del bonus che invece non arriva, sono le Zebre a varcare la linea di meta gallese per la meritata segnatura di Cristiano –trasformata da Chiesa- che fissa il finale 28-13 a favore dei Blues. La vittoria permette matematicamente ai gallesi di giocare la prossima Heineken Cup come terza miglior formazione delle quattro franchigie nazionali: i Dragons sconfitti ieri sera a Belfast giocheranno l’Amlin Challenge Cup anche la prossima stagione.

Due appuntamenti importanti per le Zebre Rugby ieri allo stadio Olimpico di Torino

Maglia-a-Zublena-ridotta-per-sito-492x330Doppio appuntamento ieri a Torino per la delegazione delle Zebre composta dal presidente Daniele Reverberi, dalla terza linea torinese Filippo Cristiano, dal consigliere Ennio Speranza e da Leonardo Mussini dell’ufficio stampa bianconero. La bella cornice dello splendido stadio Olimpico di Torino è stata la sede di due importanti momenti per la franchigia federale:  prima l’incontro col neo eletto presidente del Comitato Regionale Rugby Piemonte, Giorgio Zublena e poi la conferenza stampa di presentazione dell’evento benefico che si terrà tra qualche giorno nel capoluogo piemontese. Due formazioni speciali si affronteranno per una partita di calcio benefica allo stadio Primo Nebiolo in una gara che vedrà l’incasso devoluto a due onlus : Emergency a sostegno dei progetti in essere a livello nazionale e Baby Xitting a sostegno delle iniziative locali. Mercoledì 17 Aprile alle 20.45 si sfideranno la selezione degli “Artisti Torino” contro le Zebre Rugby in una sfida patrocinata dalla Regione Piemonte, dalla Città di Torino e da Torino 2015 capitale europea dello sport.

Il presidente del comitato regionale piemontese, dopo aver ascoltato e condiviso il progetto di sviluppo territoriale e sportivo delle Zebre, ha ricevuto con piacere la maglia bianconera in segno di appartenenza di tutte le società della regione alla franchigia con sede a Parma facendosi promotore delle iniziative bianconere presso le società rappresentate. Grande la disponibilità del presidente Reverberi e del consigliere Speranza nel supportare le iniziative nelle quali il comitato reputerà importante una presenza delle Zebre quali espressione del rugby di più alto livello di tutte le formazioni del territorio.

Al banco dei relatori della susseguente conferenza nella sala stampa dell’impianto che ha ospitato le cerimonie ufficiali delle olimpiadi invernali 2006 erano presenti tutti i soggetti promotori e protagonisti della sfida “Diritti di gioco” : il comune di Torino nella persona dell’assessore allo sport e tempo libero Stefano Gallo, Alessandro Bertani vice-presidente di Emergency, Gianni Del Corral presidente di Baby Xitter e capitano della selezione dei personaggi dello spettacolo torinese, il presidente delle Zebre Reverberi e la terza linea – due volte capitano della formazione bianconera- Filippo Cristiano cresciuto proprio nel Cus Torino.

Sei nazionali e capitan Bortolami nel XV delle Zebre che ospitano Edimburgo domani a Parma

?????????????????????????Al termine dell’allenamento di rifinitura di questa mattina alla Cittadella del Rugby di Parma lo staff tecnico della franchigia bianconera delle Zebre ha deciso la formazione che domani sera, venerdì 29 Marzo 2013, ospiterà la formazione della capitale scozzese Edimburgo allo stadio XXV Aprile di Parma. Il fischio d’inizio della sfida valida per il 19esimo turno della RaboDirect PRO12 ad opera dell’arbitro irlandese  Gallagher -esordiente nella competizione celtica- sarà dato alle ore 19. All’andata si giocò il 14 Settembre e le Zebre subirono a Murrayfield la loro più pesante sconfitta in termini di scarto e punti subiti per 41-10 segnando con Sinoti la meta della bandiera nel finale. Stessa sorte per la Nazionale Italiana all’ultimo Sei Nazioni, anch’essa battuta dagli Highlanders a Murrayfield lo scorso febbraio 34-10.

Gli scozzesi in classifica occupano il decimo posto a 28 punti, cinque in più dei Dragons penultimi. Una gara senza velleità di classifica per entrambe le formazioni che si affronteranno assolutamente a viso aperto: gioco e spettacolo assicurato. 5 vittorie, 13 sconfitte per gli scozzesi ed 8 punti di bonus come le Zebre a dimostrazione di quanto siano equilibrate le sfide della RaboDirect PRO12. Edimburgo ha vinto solo due gare in trasferta in 18 turni e non vince lontano dalla Scozia da 4 gare, ultimo successo il 1 Dicembre 2012 a Galway. La truppa dell’allenatore ad interim Stevie Scott è reduce dalla brillante vittoria dello scorso weekend contro la capolista Ulster davanti ai 5.000 di Murrayfield dopo aver perso ben 11 gare di fila.

Bergamasco non recupera dall’infortunio subito venerdì scorso nel primo tempo di Zebre-Scarlets che l’ha costretto alla sostituzione, mentre tutti gli altri 6 reduci dalla selezione italiana dell’ultimo Sei Nazioni sono tra i 23 convocati e scenderanno in campo dal primo minuto.

Nei trequarti Buso lascia spazio all’apertura ad Orquera spostandosi ad estremo. Sulle ali confermati per la quinta volta consecutiva dall’inizio Sarto e Sinoti. A mediano di mischia partirà il nocetano Tebaldi. Confermato tra i centri Venditti –migliore in campo venerdì scorso ed autore della seconda meta– che farà coppia col compagno azzurro Garcia.

Negli avanti in prima linea l’unico confermato è il pilone irlandese Ryan che farà reparto col tallonatore azzurroGiazzon e l’altro pilone De Marchi.  In seconda linea, smaltito il risentimento muscolare che gli ha impedito di essere in campo venerdì scorso, rientra il capitano Bortolami che farà coppia con Geldenhuys. In terza linea Caffini si accomoda in panchina e lascia il proprio posto al rientrante Ferrarini mentre Sole si sposta a flanker al posto di Bergamasco. Numero 8 confermato il metaman bianconero delle Zebre Van Schalkwyk, autore di 5 mete in 17 presenze in RaboDirect PRO12.

Ecco la formazione delle Zebre che venerdì 29 Marzo alle 19 affronterà Edinburgh Rugby allo stadio XXV Aprile di Parma :

15 Paolo BUSO

14 Leonardo SARTO*

13 Giovanbattista VENDITTI*

12 Gonzalo GARCIA

11 Sinoti SINOTI

10 Luciano ORQUERA

9 Tito TEBALDI

8 Andries VAN SCHALKWYK

7 Filippo FERRARINI*

6 Josh SOLE

5 Marco BORTOLAMI

4 Quintin GELDENHUYS

3 David RYAN

2 Davide GIAZZON

1 Matias AGUERO

A disposizione :

16 Andrea MANICI*

17 Salvatore PERUGINI

18 Luciano LEIBSON

19 Michael VAN VUREN

20 Emiliano CAFFINI*

21 Alberto CHILLON*

22 Samuele PACE

23 Ruggero TREVISAN*

All. Christian GAJAN

*è/è stato membro dell’Accademia FIR “Ivan Francescato”

Non disponibili per infortunio: Mauro BERGAMASCO, Nicola CATTINA, Filippo CAZZOLA*, Carlo FAZZARI*, Daniel HALANGAHU.

Arbitro : Sean Gallagher  (Irish Rugby Football Union) alla sua prima direzione nella competizione

Assistenti:  Stefano Traversi e Filippo Bertelli (entambi Federazione Italiana Rugby)

TMO:  Alan Falzone (Federazione Italiana Rugby)

Citing Commissioner:  Roberto Carra (Federazione Italiana Rugby)

La partita sarà trasmessa in diretta da Sportitalia 2.

Zebre: inizia la prestagione a Parma

Parte questo pomeriggio al Centro “Ercole Negri” di Parma, con il raduno di diciotto giocatori non impegnati nella finestra internazionale di giugno, l’avventura delle Zebre.

La nuova franchigia italiana che, insieme a Benetton Treviso, parteciperà al Rabodirect PRO12 ed alla Heineken Cup 2012/13 inizia il proprio cammino verso gli impegni agonistici con una riunione tenuta dallo staff tecnico diretto da Christian Gajan e, da domani, gli atleti convocati per la prima settimana di raduno pre-stagionale cominceranno a lavorare sul piano atletico.

Le Zebre hanno ufficializzato la composizione della rosa, di cui ad oggi fanno parte trentasei giocatori e che sarà formata complessivamente da quaranta atleti per l’inizio della stagione.

“Siamo sinceramente soddisfatti della rosa che siamo riusciti ad allestire in un lasso di tempo tutt’altro che ampio” ha detto il direttore sportivo delle Zebre, Roberto Manghi. “Possiamo contare, ad oggi, su sedici atleti che hanno indossato almeno una volta la maglia della Nazionale maggiore e su molti ragazzi che hanno rappresentato l’Italia a livello giovanile o nella recente Nations Cup di Bucarest con gli Emergenti”.

“Restano da riempire ancora quattro caselle – ha aggiunto Manghi – per aggiungere al gruppo un tallonatore, un seconda linea, un numero otto ed un utility back. Contiamo di definire quanto prima gli accordi con i giocatori con cui siamo in trattativa per queste posizioni”.

Ufficializzato anche il programma delle amichevoli pre-stagionali, con un tour in Francia che vedrà le Zebre affrontare il 2 agosto il Perpignan allo Stade Aimè Giral e partecipare successivamente alla diciannovesima edizione del “Challenge Vaquerin” sfidando il Dax il 5 agosto a Camares ed i Northampton Saints inglesi il 10 agosto a Milla.

Questa la rosa delle Zebre aggiornata al 2 luglio 2012:

Piloni

Matias AGUERO

Andrea DE MARCHI

Carlo FAZZARI*

Luciano LEIBSON

Salvatore PERUGINI

Luca REDOLFINI

David RYAN

Flavio TRIPODI

Tallonatori

Davide GIAZZON

Andrea MANICI*

Seconde linee

Marco BORTOLAMI

Filippo CAZZOLA*

Josh SOLE

Michael VAN VUREN

Flanker/n.8

Nicola BELARDO*

Mauro BERGAMASCO

Emiliano CAFFINI*

Nicola CATTINA

Filippo CRISTIANO

Filippo FERRARINI*

Mediani di mischia

Alberto CHILLON*

Luca MARTINELLI*

Tito TEBALDI

Mediani d’apertura

Alberto BENETTIN*

Paolo BUSO

Luciano ORQUERA

Centri/Ali/Estremi

Gonzalo GARCIA

David ODIETE*

Andrea MASI

Samuele PACE

Matteo PRATICHETTI

Roberto QUARTAROLI*

Leonardo SARTO*

Sinoti SINOTI

Ruggero TREVISAN*

Giovanbattista VENDITTI*

*è/è stato membro dell’Accademia FIR “Ivan Francescato” di Tirrenia

Staff tecnico

Direttore sportivo: Roberto Manghi

Direttore tecnico: Christian Gajan

Allenatori: Vincenzo Troiani, Alessandro Troncon

Team Manager: Fabio Ongaro

Preparatore atletico: Massimo Zaghini

RaboDirect Pro12, le Zebre la nuova franchigia italiana

La Federazione Italiana Rugby ha ufficializzato oggi il nome, la sede e lo staff tecnico della squadra che militerà nel Rabodirect PRO12 ed in Heineken Cup nella stagione sportiva 2012/2013 in sostituzione degli Aironi Rugby.

La FIR, in onore al glorioso club ad inviti del Nord Ovest fondato nel 1973, ha deciso di attribuire alla neonata formazione il nome “Zebre”.

 

Logistica

Le Zebre avranno a Parma la propria sede sociale e la città ducale ospiterà, presso gli impianti dello Stadio “XXV Aprile” di Moletolo attualmente in fase di ampliamento, gli incontri di Rabodirect PRO12 della neonata formazione.

 

Staff tecnico

Direttore sportivo: Roberto Manghi

Direttore tecnico: Christian Gajan

Allenatori: Vincenzo Troiani, Alessandro Troncon

Team Manager: Fabio Ongaro

Preparatore atletico: Massimo Zaghini

 

La direzione sportiva è stata affidata a Roberto Manghi, 53 anni, direttore generale e guida tecnica del Rugby Reggio nel campionato d’Eccellenza 2011/2012; Manghi ha già ricoperto in passato il ruolo di general manager del Gran Parma e di direttore sportivo della Rugby Parma, raggiungendo i play-off del massimo campionato con entrambi i club ducali.

Christian Gajan, su indicazione del Commissario Tecnico Jacques Brunel, ha invece assunto il ruolo di direttore tecnico della franchigia: il 55enne allenatore francese, già in possesso di una profonda conoscenza del rugby italiano avendo rivestito il ruolo di capo-allenatore alla Benetton Treviso dal 1998 al 2000 ed al VeneziaMestre nella stagione 2008/09, vanta un curriculum internazionale di alto profilo.

In carriera, Gajan ha allenato lo Stade Toulousain – di cui è stato anche giocatore – con cui ha vinto il massimo campionato francese nel 2000/01 mentre con il Castres Olympique, che ha allenato a più riprese, ha conquistato nel 2003 l’European Shield.

Gli allenatori che affiancheranno Gajan alla guida delle Zebre saranno Vincenzo Troiani, che dopo aver guidato la Rugby Parma nel Super 10 2005/2006 raggiungendo i play-off e vincendo la Coppa Italia ha svolto tutta la trafila come tecnico delle Nazionali giovanili ed è al momento impegnato presso l’Accademia U18 “Lorenzo Sebastiani” di Roma, e l’ex mediano di mischia dell’Italia Alessandro Troncon, dal 2007 e sino all’RBS 6 Nazioni 2012 assistente allenatore della Nazionale, dove è stato responsabile dei trequarti.

Fabio Ongaro, tallonatore della Nazionale ritiratosi dalla scena dei test-match nel marzo scorso a margine della vittoria sulla Scozia, ha assunto invece il ruolo di Team Manager dopo aver annunciato in giornata il ritiro dall’attività agonistica.

Infine Massimo Zaghini, quest’anno all’Accademia FIR “Ivan Francescato” di Tirrenia dopo aver collaborato in estate alla preparazione estiva alla Rugby World Cup “Nuova Zelanda 2011”, è stato scelto per ricoprire il ruolo di preparatore atletico.